Il 12 settembre 2022 ricomincia la scuola in tante regioni italiane; in concomitanza con questo importante ed atteso evento gli ospiti di Villaggio Amico, molti dei quali sono anche nonni, si sono emozionati a ricordare com’era la scuola “ai loro tempi” e quali erano le loro abitudini confrontandole con i giorni d’oggi e dando alcuni consigli ai loro “nipoti”.

La giornata tipo cominciava con una sostanziosa colazione composta da pane burro e zucchero o da polenta inzuppata nel latte o dalla “cagiada” o “cagiava” che non era altro che una cremina delicata formatasi lasciando il latte fresco fuori dal frigo coperto per molte ore.
Era importante mangiare per bene per poter avere la grinta per andare a scuola a piedi. Solitamente le elementari si trovavano in tutti i paesi, le scuole medie o professionali erano invece spesso ubicate nei paesi o città più grossi e popolati. La macchina era un vero lusso e spesso lo era anche la bicicletta. La maggior parte dei nostri nonni andava a scuola a piedi macinando molti chilometri.
A scuola tutti avevano il grembiule ed era piacevole indossarlo perché evitava di fare discriminazioni e ispirava un senso di ordine e di pulizia.
Le classi erano divise in maschili e femminili e in ognuna di esse insegnava una maestra sola. Si leggeva, studiava e si facevano i conto usando un solo libro, il sussidiario.
Le maestre dei nostri ospiti ci tenevano particolarmente alla disciplina; se un alunno faceva il monello o si distraeva finiva dietro la lavagna o in fondo alla classe.
A scuola si portava per merenda la “ramineta”, un cestino in vimini che conteneva di solito pane e marmellata o pane con sugo al pomodoro.
Venivano insegnate canzoni e poesie che tutt’oggi i nostri nonni ricordano.

In occasione dell’inizio della scuola i nostri ospiti si sono divertiti a preparare lo zaino riempiendolo di buoni propositi e di consigli per gli studenti. Ne riportiamo alcuni con la speranza che siano d’ispirazione per bambini e ragazzi:

• Cercate sempre la serenità in tutto ciò che fate,
• State sempre attenti a quel che dice l’insegnate,
• Coltivate le vostre passioni: il disegno, la musica, la scrittura, qualsiasi sia, coltivatela con impegno e sarete felici!
• Rispettate le donne,
• Andate a teatro,
• Prendete lo studio come un gioco,
• Date valore alla scuola, perchè vi insegnerà tante cose che vi serviranno nella vita!
• Non fate differenze, siamo tutti uguali e rispettate tutti,
• Trovate amici fidati e non sarete mai soli,
• Aiutate chi ha più bisogno,
• Non datevi troppe arie.