Curare senza farmaci si può!

“Abbiamo bisogno non solo di buoni farmaci ma anche di un buon ambiente psicologico, che ci consenta di ritrovare un equilibrio interno che la biochimica da sola non può compensare”.

Piero Angela, Viaggio nel mondo del paranormale, 1978

Molti medici, e non solo, credono che basti una pillola per risolvere qualsiasi problema: “Ho mal di stomaco”, “Le prescrivo il Maalox”. “Ho un tremendo mal di testa”, “Vuoi un cachet (panacea di tutti i mali per la mia cara nonna)?”, “Mi sento così triste in questi ultimi mesi…”, “Aaahh… io prendo lo Zoloft e mi passa subito tutto…”.

 

Molte difficoltà che incontriamo nella vita di tutti i giorni spesso si ripercuotono sulla nostra salute e sul nostro fisico, quante volte non avete dormito per una notte intera perchè attanagliati dai pensieri? Quante volte vi è venuto mal di testa o mal di stomaco perchè arrabbiati con il capo o il coniuge? Per risolvere tutti questi disturbi così fastidiosi è molto più facile ricorrere all’ultilizzo di farmaci, ma fermatevi un pochino a riflettere…

Avete mai sentito qualcuno rispondere che esistono delle cure alternative ai farmaci e che possono avere gli stessi risultati eliminando tutti gli sgradevoli effetti collaterali?

Si tratta delle terapie non farmacologiche, tecniche alternative alla farmacoterapia tradizionale che possono influire positivamente su una serie di disturbi della sfera cognitiva, comportamentale, relazionale ed emotiva. Negli ultimi anni la letteratura scientifica internazionale si è occupata sempre più di questo ambito (“Pharmacological versus non-pharmacological prophylaxis of recurrent migraine headache: a meta-analytic review of clinical trials”, KA Holroyd, DB Penzien – Pain, 1990 – Elsevier; “A systematic review of non-pharmacological therapies for sleep problems in later life”,P Montgomery, J Dennis – Sleep medicine reviews, 2004 – Elsevier; “Non-pharmacological interventions in dementia”,S Douglas, I James, C Ballard – Advances in Psychiatric Treatment, 2004 – RCP) cercando nuove terapie altrettando valide.

 

Snoezelen room al Villaggio Amico

Se aveste a disposizione una stanza multisensoriale come questa dove poter acceder prima di andare a dormire non vi sentiresti più rilassati e leggeri? E se poteste fermarvi a fare della meditazione con cui svuotare la testa ed eliminare tutti i pensieri negativi per incanalare al meglio le vostre energie sciogliendo dei nodi importanti della vostra giornata?

Queste alternative non sono un’utopia, numerosi centri di ricerca e non solo, già da diversi anni ne stanno studiando gli effetti positivi. Sono moltissime le tecniche che possono essere utilizzate: meditazione, musicoterapia, aromaterapia, snoezelen room, doll therapy, yoga, clown terapia, ginnastica funzionale, pet therapy, Gentle Care, terapie riabilitative cognitivo-funzionali e molte molte altre. Come per i farmaci tradizionali ad ognuno il suo: a seconda del disturbo da “correggere” e della persona che ne soffre sarà più efficace l’utilizzo di una o più terapie, ad esempio nell’anziano con demenza si sono rivelate utili tecniche come la doll therapy e utilizzo di snoezelen room, mentre nei bambini ospedalizzati estremamente importante per una migliore compliance è la clown therapy.

Questi centri all’avanguardia non si trovano su un’altra galassia, ma sono in mezzo a noi, basta solo saperli trovare. Villaggio Amico, innovativo centro polifunzionale in Gerenzano (Varese), non è da meno nell’utilizzo di queste innovative tecniche di cura, fin dalla sua nascita si è sempre messo a disposizione di ospiti e famigliari, cercando di fornire un servizio efficiente, ma soprattutto all’avanguardia. Fiore all’occhiello di questa RSA è il Centro Alzheimer o Villaggio della Memoria, un nucleo fra i più avanzati in Italia e il più grande della Provincia di Varese, all’interno del quale quotidianamente vengono utilizzate numerose terapie non farmacologiche tra le quali:

musicoterapia
snoezelen room e stimolazioni multisensoriali
aromaterapia
cromoterapia
ROT
doll therapy
terapie fisiche e riabilitazione motoria
laboratori creativi
Non sono difficili tecniche marziane, grazie al coinvolgimento di tutto il personale, di specialisti e soprattutto dei famigliari, è possibile agire su problematiche comportamentali quali ansia, depressione, irritabilità e affaccendamento senza l’utilizzo dei classici psicofarmaci. Agendo sulla relazioni, gli spazi e gli stimoli è possibile arrivare ad una drastica riduzione del disturbo anche in breve tempo.

Se tutte queste tecniche portano a splendidi risultati come questo…

 

 

…perchè non portarle nella vita di tutti i giorni?

Cosa state aspettando? Non abbiate paura del cambiamento e siate artefici della rivoluzione nel mondo della cura!