Il Metodo Snoezelen venne introdotto durante gli anni ’70 per aiutare le persone che soffrivano di disturbi dell’apprendimento con un singolo ed importante obiettivo: ridurre quelli che erano gli effetti di una deprivazione di tipo sensoriale.

Snoezelen è un neologismo che sintetizza due verbi olandesi: snuffelen, ovvero “cercare fuori”, e “doezelen” ovvero “rilassare”, e rappresenta tutta una serie di di stimolazioni plurisensoriali che hanno lo scopo di generare delle reazioni da parte di coloro che si trovano in una condizione di disabilità cognitiva.

Le stimolazioni sensoriali, da questo punto di vista, sollecitano un contatto con il mondo interno della persona migliorandone il benessere attraverso un metodo sistematico e un atteggiamento di profonda empatia.

Le Snoezelen Room infatti, stimolano la curiosità, favoriscono l’orientamento spazio-temporale, e sono in grado di generare stati che concorrono al benessere, alla serenità e all’autostima, il tutto attraverso una stimolazione multisensoriale controllata.

Si tratta di un ambiente che stimola e calma, utilizzando colori, effetti luminosi, suoni, profumi e melodie.

Perché è importante per una persona che è affetta da demenza generativa come ad esempio l’alzheimer?

Una persona affetta da demenza, ha delle percezioni sensoriali alterate.

È confusa rispetto a ciò che vede, tocca, sente, assaggia e ogni stimolo ha la capacità potenziale di creare una stato di ansia, confusione e e quindi di generare precisi disturbi a livello comportamentale.

Da questo punto di vista, il trattamento all’interno di una snoezelen room permette alle persona di riprendere, per quanto possibile, il controllo di vista, tatto, udito, odorato e gusto mediante superfici tattili particolari, stimoli gustativi, aromi ed effetti di tipo luminoso, musicale ed uditivo.

Una Snoezelen infatti può irradiare musiche rilassanti, avere delle poltrone vibranti, diffondere aromi ed essenze e produrre numerose fonti luminose attraverso dei proiettori di immagini e delle fibre ottiche.

Queste stimolazioni, in una persona affetta da demenza, agiscono in ambito riabilitativo, riattivando per quanto è possibile, le funzioni cognitive residuali del malato.

Da questo punto di vista, le installazioni Snoezelen sono migliaia in tutto il mondo, e ci sono numerosi studi scientifici che ne certificano il valore nel promuovere stati affettivi positivi, ridurre i comportamenti non adattativi incentivando quelli positivi, facilitare le interazioni con persone affette da disabilità cognitive e diminuire lo stress nei caregivers e in coloro che vivono con persone affette da demenza ed Alzheimer.

La Snoezelen Room di Villaggio Amico, ad esempio, è costruita per effettuare una stimolazione sensoriale all’insegna dell’equilibrio, bilanciando gli elementi che stimolano e quelli che calmano aiutando l’ospite a gestire i suoi stati ansiogeni e ad interagire in maniera più strutturata con il caregiver e il parente in visita.

Questo tipo di stanza inoltre, comporta un miglioramento dello stato dell’ospite che riduce gli stati di aggressività ed apatia, migliorando l’umore, la serenità e la relazione con gli altri attraverso una riattivazione programmata delle sue funzioni cognitive residuali.

I comportamenti di tipo disturbante e rinunciatario, vengono ridotti con un effetto globale positivo sull’umore e sul comportamento.

Naturalmente l’ambiente non basta ed è fondamentale anche il comportamento dell’operatore che deve accogliere i segnali stimolati nell’ospite manifestando la massima empatia e coinvolgimento, per guidarlo pian piano alla riscoperta dei suoi sensi e soprattutto del controllo di essi.

L’ascolto e l’accoglienza dell’ospite permette a lui stesso di aumentare le sue capacità di rilassarsi, ascoltare ed interagire con le persone presenti riducendo gli stati di aggressività ed agitazione.

Villaggio Amico offre ai suoi ospiti anche lo Snoezelen acquatico, lo Snoezelen in acqua.

In questo caso, la stimolazione multisensoriale avviene all’interno della piscina riscaldata del Villaggio ed è riservato sia alle persone presenti nell’RSA e nel Nucleo Alzheimer che ai bambini o agli adulti affetti da disabilità e demenza.

Questo approccio viene svolto da educatori, fisioterapisti e psicologi, dopo un percorso formativo teorico-pratico organizzato da Villaggio Amico, e dal centro di formazione Mondo Snoezelen.

Lo Snoezelen Acquatico viene erogato in un ambiente reso appositamente semibuio per dare più forza alle fibre ottiche che brillano sopra e sotto l’acqua, alle luci colorate dei proiettori ottici e alle musiche.

Per maggiori informazioni, scrivi ad info@villaggioamico.it o chiama il numero 02 96 48 35 79.