ACQUA-ARMONIA: il nuovo progetto di attività ludica e motoria in Piscina - Villaggio Amico

L’acqua è un elemento particolare, il principio di Vita: essa rappresenta l’unione di due elementi opposti che riescono a coesistere armonicamente, l’idrogeno e l’ossigeno. In acqua ritroviamo l’unione tra l’agitazione della superficie e l’immobilità del profondo, la trasparenza ed il mistero nella stessa sostanza. Tra le sue molteplici proprietà l’acqua ha anche quella di mantenere una traccia, un ricordo, e di conservare dentro di noi le esperienze che abbiamo vissuto al suo interno. Far rivivere la memoria dell’acqua vuol dire trasmettere frequenze memorizzate dal corpo e farle riaffiorare.
Ed è partendo da queste premesse che nasce il progetto “ACQUA-ARMONIA”: un viaggio nei ricordi che si armonizza con il tempo presente.

EFFETTI BENEFICI DELL’ACQUA SUL CORPO

Diversi sono i benefici che l’ambiente acquatico apporta al nostro corpo:

– Riduce il carico meccanico sulle articolazioni (a seconda dell’altezza dell’acqua si può arrivare a scaricare fino al 90% del proprio peso corporeo, molto utile in caso di dolore da sovraccarico, artrosi, deficit di carico su un arto, …);

– Esegue un costante drenaggio vascolare e linfatico (che si traduce in un minore sforzo, minor rischio di andare incontro a contratture o a infiammazioni tendinee, miglioramento di edemi);

– Induce un rallentamento del cammino (la velocità si riduce di 2-3 volte rispetto alla deambulazione standard, consentendo alla persona di pensare e programmare il movimento prima della sua esecuzione);

– Permette un miglioramento della forza muscolare (essendo l’acqua un fluido più denso rispetto all’aria, ogni gesto richiede un’attivazione muscolare circa 12 volte maggiore rispetto allo stesso gesto fuori dall’acqua);

– Riduce la frequenza cardiaca, e aumenta la frequenza respiratoria (il cuore riceve più sangue ed aumenta la gittata sistolica, mentre la resistenza dell’acqua all’espansione toracica permette un rinforzo della muscolatura inspiratoria).

In questo “habitat facilitante” i nostri ospiti eseguiranno movimenti che fuori dall’acqua risultano impossibili, o riusciranno ad eseguirli con maggiore facilità.

SENSORIALITA’

L’elemento acqua permette di gestire il proprio corpo con meno sforzo sulle articolazioni rispetto al corpo fermo o che si muove con difficoltà a terra.

L’ambiente acqua inoltre, attraverso le sue proprietà fisiche e grazie alla temperatura calda offerta dalla piscina di Villaggio Amico (a 32°C), permette di ricalibrare gli stimoli sensoriali: essere immersi in acqua diminuisce le informazioni sensoriali del peso e richiede minore sforzo per bilanciare: ciò favorisce un senso di “leggerezza”.

RELAZIONE

Il momento dedicato alla piscina permette agli ospiti di conoscere se stessi, di sperimentarsi in un nuovo contesto e di vivere il proprio corpo acquatico attraverso la relazione: con l’acqua, con il gruppo e con gli operatori dedicati.

L’ospite è seguito dall’educatrice acquatica e da almeno un’altra figura nota che funga da ulteriore facilitatore (assieme all’acqua) nell’approccio relazionale con gli altri ospiti e con le figure coinvolte, nonché con le variabili ambientali.

ORIENTAMENTO SPAZIO/TEMPORALE

L’attività verrà introdotta attraverso rituali di accoglienza, di ingresso e conoscenza dello spazio acqua.
Nel progetto si affianca l’ospite per permettergli di orientarsi in nuove coordinate spazio/temporali e di acquisire nuovi riferimenti ambientali per l’adattamento situazionale.

BISOGNO

Come in ogni attività educativa, l’obiettivo primario è l’accoglienza del bisogno dell’ospite tenendo conto delle sue caratteristiche, dei suoi tempi e delle sue modalità, NON dando quindi la priorità all’aspetto patologico/diagnostico ma alla persona come individuo particolare ed unico.

L’esecuzione in piccolo gruppo permette di creare un ambiente ludico e di socialità, elemento importantissimo in soggetti anziani.

Obiettivo primario: IL RAGGIUNGIMENTO DI UNO STATO DI BENESSERE INDIVIDUALE.