Per sincope s’intende una perdita di coscienza temporanea che può accadere sia alle persone adulte che a quelle più anziane.

Da questo punto di vista, la sincope è causata da un afflusso di sangue al cervello non sufficiente che provoca sia la perdita di coscienza che la successiva potenziale caduta.

In pratica la persona sviene per un vero e proprio riflesso nervoso causato il più delle volte da un’emozione molto forte.

Le sincopi in tal senso sono molto più difficili da trattare nelle persone anziane a causa di una vaso-inibizione naturale e all’assunzione di farmaci anti-ipertensione.

Queste due condizioni difatti generano una ipotensione ortostatica favorita da una posizione eretta ed è per questo che è sempre fondamentale conoscere tutte quelli che sono i metodi di prevenzione.

Da questo punto di vista, esistono vere e proprie manovre, dei movimenti di contropressione isometrica che sono in grado di contrastare quelli che sono i primi sintomi di svenimento.

Queste manovre sono basate sul contrarre i muscoli sia degli arti inferiori che di quelli superiori che hanno come conseguenza l’aumento della pressione sanguigna e quindi la diminuzione della sensazione di svenimento.