Nelle persone anziane le fratture alle ossa sono purtroppo eventi comuni ed in alcuni casi, come una frattura al femore, condizioni importanti che necessitano prima di un intervento chirurgico e successivamente di un periodo di riabilitazione attraverso uno specifico programma di recupero.

E da questo punto di vista, la riabilitazione in caso di frattura, deve tener conto delle condizioni dell’anziano a 360°.

Un protocollo di recupero funzionale corretto, come quello che adottiamo in Villaggio Amico, attraverso la nostra palestra e piscina riabilitative e mediante attrezzature all’avanguardia come Huber® 360, ha la necessità difatti di valutare sia la condizione dell’arto che le condizioni ambientali in cui vive l’anziano per non parlare poi di tutti quelli che sono gli aspetti psicologici.

La persona anziana deve essere perciò aiutata in maniera multidimensionale in modo da agire non solo a livello fisico-motorio ma anche a livello di salute e stile di vita, il tutto in relazione al suo personale tempo di recupero che un fisioterapista specializzato è tenuto sia a stimare che a comprendere durante l’intero percorso di riabilitazione dalla frattura ossea.

Un fisioterapista difatti, vigila sul percorso di recupero della solidità ossea, ma anche aiuta l’anziano a migliorare il suo senso di equilibrio, a creare un’abitudine sana in termini di attività fisica ed infine ad avere piena consapevolezza dell’ambiente circostante per capire quali siano i potenziali ostacoli e quali i metodi per aggirarli.

Vuoi saperne di più sul nostro centro fisioterapeutico in cui facciamo riabilitazione e recupero funzionale per le persone anziane?

Chiama il numero 02 9648 3579 oppure scrivi ad info@villaggioamico.it.