Quando una persona invecchia, invecchia anche il suo sistema immunitario. Le difese cominciano a perdere colpi e soprattutto in inverno, un raffreddore trascurato od un’influenza non tamponata in maniera rapida ed incisiva, possono degenerare e prendere la forma di una brutta bronchite.

Per questo motivo, invece di dover porre rimedio ad una situazione sicuramente più complicata rispetto al classico malanno di stagione, una persona anziana ha bisogno di agire preventivamente irrobustendo le proprie difese immunitarie.

E che cosa deve fare in maniera specifica per erigere queste barriere in grado di migliorare la propria capacità di resistere a questi tipi di attacchi?

Beh, per prima cosa, il modo più semplice per garantirsi una difesa più efficace contro la bronchite ed altre malattie degeneranti è l’assunzione di zinco la cui proprietà fondamentale è quella di agire positivamente contro la proliferazione dei virus.

Lo zinco si può trovare in farmacia in forma di compresse oppure bustine di integratori.

La bronchite nello specifico invece è contrastabile attraverso l’uso dei probiotici in forma di fiale che, mediante i cosiddetti lattobacilli, hanno la capacità di ridurre l’infezione in corso per rendere la forma influenzale sicuramente meno aggressiva.

I probiotici vengono somministrati dai 10 ai 15 giorni ed è necessario uno stop di 30 giorni circa prima di riniziare la somministrazione.

Allo zinco ed ai probiotici si aggiunge poi il più potente tra gli antiossidanti in grado di generare una difesa continua per la cellula e questo antiossidante è naturalmente la vitamina C che tuttavia, ricordate, è controindicata nei soggetti che soffrono di insufficienze renali.

La vitamina C, assunta in dosi non superiori ai 90 microgrammi per giorno rappresenta un aiuto fondamentale nella difesa del sistema immunitario di una persona anziana, alla quale si aggiunge poi un’ulteriore potentissima vitamina, la vitamina D che, nelle persone anziane non deve superare i 15 microgrammi al giorno.

Anche la vitamina D è controindicata per coloro che soffrono di malattie ai reni oppure di ipertiroidismo.

Alle vitamine C e D si aggiungono come difensori attivi del sistema immunitario di una persona anziana anche la vitamina E ed i cosiddetti carotenoidi.

La bronchite perciò, può essere prevenuta regolando la propria dieta ed assumendo i trattamenti che abbiamo citato.

Naturalmente tutto deve essere preventivamente comunicato al medico che saprà prescrivere alla persona anziana il percorso adatto a seconda della sua specifica anamnesi.