La persona anziana può incorrere in una patologia particolare, l’astenia, una condizione psico-fisica che si manifesta con debolezza generale e costante, riduzione della forza muscolare e rapido affaticamento.

Ne soffre oltre il 43% delle persone anziane con percentuali più elevate al di sopra dei 70 anni.

L’anziano si sente spossato ed incapace di fare attività fisica o di alzarsi dal letto.

Cosa fare in questo caso?

Se naturalmente si tratta di una condizione persistente è fondamentale parlarne con il medico perché l’astenia può essere associata a patologie importanti come ad esempio l’angina pectoris, l’artrite, l’aterosclerosi, l’infarto al miocardio e molto altro ancora.

Se invece è una questione temporanea, sono fondamentali prima di tutto azioni semplici come ad esempio bere più acqua, dormire meglio ed assumere integratori di sali minerali e vitamine.

Causa frequente dell’astenia è poi lo stress fino alla depressione che spingono l’anziano alla totale sedentarietà.

Per questo motivo è importante sforzarsi e fare dello sport, almeno delle camminate giornaliere in modo da agire contro ansia e stress e riacquisire con il tempo energia e voglia di fare le cose.

Questo aiuterà poi a rafforzare il tono muscolare, a ridurre i rischi cardiovascolari e in generale a supportare l’intero sistema immunitario.