Le RSA rappresentano la scelta migliore per aiutare una persona anziana a vivere una vita più sicura e serena.

Oltre alla sicurezza di un trattamento medico costante e di alto livello, una residenza sanitaria assistenziale, è anche una comunità in cui l’ospite è in grado di interagire e relazionarsi con i suoi pari e con i caregiver.

Questo consente alla persona di vivere più serenamente gli stati di salute in cui versa grazie ad un rinnovato benessere che si manifesta sia a livello fisico che a livello psicologico.

Da questo punto di vista, una figura molto importante all’interno di una RSA è anche quella dell’animatore sociale, una figura professionale che fa collante alla communità e stimola l’ospite a mentenere uno stato emotivo positivo che è altrettanto importante quanto il singolo e costante controllo di tipo medico-infermieristico.

L’animatore in una RSA, infatti alimenta la socialità e con essa l’empatia e il divertimento e lo fa attraverso giochi, teatro, pet therapy e altri tipi di attività che vengono svolte in comune e tutte le settimane.

Stimolare una persona anziana a far parte del gruppo, significa infatti anche programmare positivamente la salute psichica attraverso attività di tipo ludico-espressive che si svolgono sia nelle case di riposo che nei centri diurni.

Allo staff di animatori, è dato il compito di creare ambienti in grado di stimolare ed accogliere l’ospite che, attraverso tutte le attività pianificate, non solo si sente più sereno e felice, ma soprattutto si sente ancora utile, parte quindi integrante della nuova piccola società in cui sta vivendo proprio in quel momento.

Ogni gioco ed attività infatti, deve favorire l’instaurazione di dinamiche positive di gruppo, migliorando le relazioni tra i membri e i caregiver, naturalmente mantenendo sempre il massimo rispetto per le esigenze, le tendenze e le possibilità del singolo ospite della casa di riposo.

Unicità e comunità, devono perciò coesistere ed integrarsi creando ambienti in cui il singolo e il gruppo possano esprimere al meglio sé stessi.

Da questo punto di vista, l’animatore, non è solo una persona che organizza i giochi ma anche un professionista dotato di conoscenze dal punto di vista della psicologia e della capacità e di ascoltare e di accogliere le singole istanze della persona anziana, soprattutto se è soggetto a disabilità dal punto di vista cognitivo e quindi comportamentale.

Lo staff di animazione in una RSA perciò, stimola sia le abilità cognitive che quelle relazionali del soggetto sollecitando positivamente sia il comportamento individuale che quello di gruppo.

Non solo perciò propone le attività, ma le supervisiona direttamente stimolando le azioni dell’ospite e il confronto sociale.

In Villaggio Amico, la RSA a Gerenzano, tra Milano e Varese, gli animatori svolgono periodicamente queste attività di gruppo:

  • la musicoterapia
  • i cruciverba
  • l’arteterapia
  • le gite in sicurezza
  • la ginnastica di gruppo
  • le feste di compleanno
  • gli aperitivi mensili
  • il teatro
  • il lavoro all’interno dell’orto
  • le cene tematiche
  • la grigliate estivae
  • le feste comandate e di compleanno
  • la tombolate e molto altro ancora.

Queste attività migliorano la qualità della vita della persona e dell’intero gruppo di riferimento.

Per maggiori informazioni scrivi ad info@villaggioamico.it oppure chiama il numero 02 96 48 35 79.