La Pet-Therapy, chiamata anche Zoo-terapia, è una terapia dolce basata sul rapporto tra l’uomo e l’animale che mira a rafforzare e coadiuvare le tradizionali e necessarie terapie.
La Pet-Therapy è utilizzata sempre più spesso in svariati ambiti, in quello ospedaliero-riabilitativo rappresenta un vero e proprio ausilio alle cure, infatti è scientificamente dimostrato che i benefici generati dalle attività con gli animali offrono ai degenti un diverso modo di percepire l’ospedalizzazione.
Studi scientifici dimostrano che il rapporto affettivo con un animale da compagnia interviene positivamente in situazioni di squilibrio dell’affettività e costruisce un tramite utile per ripristinare canali di comunicazione e socializzazione.

Alla luce degli evidenti benefici, Villaggio Amico ha deciso di avviare un progetto di Pet Therapy in collaborazione con Fienile Animato.
L’idea di inserire la Pet Therapy tra le terapie dolci già proposte nel centro è scaturita dall’ascolto dei ricordi dei pazienti che hanno o hanno avuto un animale di compagnia. Ricordi felici che condividevano con gli altri ospiti esprimendo il desiderio di poter rivedere e riabbracciare il loro amico a quattro zampe.
La funzione della Pet Therapy, infatti, è di stimolo ad attività (dalla carezza alla passeggiata, dall’alimentazione al gioco) ma serve anche a rielaborare i ricordi dell’anziano, senza trascurare lo stimolo sensoriale e la grande interazione affettiva che un animale può comportare.

L’esperienza insegna che anche nei casi di disturbi cognitivi e comportamentali e nelle demenze o malattie degenerative come l’Alzheimer, il contatto con gli animali può rivelarsi una co-terapia efficace.

Il coccolare il cane sviluppa un rapporto di fiducia e suscita nei pazienti un senso di protezione e calore, inoltre riduce la tensione nervosa. Accarezzarne il pelo favorisce la stimolazione sensoriale e suscita ricordi nel paziente, che sviluppa capacità empatica e autostima, perché produce la consapevolezza di saper prendersi cura degli altri, riconoscendo al tempo stesso il proprio bisogno di essere accuditi, portarlo a passeggio al guinzaglio rimanda a un’immagine di sé come persona competente e autonoma.
Il progetto avviato presso la Residenza Sanitaria Assistenziale di Villaggio Amico, segue le linee guida nazionali sugli IAA (Interventi Assistiti con gli Animali), e coinvolge cani, gatti, conigli e una tartaruga di terra. Questi animali, seguono un protocollo sanitario speciale, e sono controllati sotto il profilo del benessere affinché l’attività sia piacevole e sicura per tutti i soggetti coinvolti.